Dal 2003, le vetrate isolanti con intercapedine ad aria e gas argon prodotte dalla B.S.P. Vetraria sono state certificate CE presso l’Istituto Giordano S.P.A., in riferimento alle NORME EN:UN1279, Reg. (UE) 305/2011.

Da luglio 2018, l’azienda ha esteso il marchio per mezzo del certificato di conformità ottenuto dalla compagnia CSI.

La qualità è fondamentale, viene attuata ed analizzata giornalmente mediante controlli sui processi aziendali e produttivi, con analisi interne e prove di laboratorio sui prodotti che vanno dalla singola materia prima al prodotto finito. La certificazione è mantenuta annualmente con gli short test, ovvero il controllo su campionature di vetrocamera presso laboratori esterni, oltre alle consuete visite di controllo da parte degli ispettori dell’organismo di certificazione CSI.

 

 

Caratteristiche:

 

ISOLAMENTO ACUSTICO

I vetri ad isolamento acustico sono stati studiati per ottenere il massimo comfort dalle nostre vetrate, sia a livello di isolamento termico che in termini di riduzione del rumore proveniente dall’ambiente esterno.
È un vetro stratificato composto da due lastre unite tra loro da una o più pellicole di PVB (polivinilbutirrale), una delle quali acustica, il quale ha la funzione di ammortizzare il rumore, e al contempo mantiene la sicurezza associata ai vetri stratificati. 
Con la vetrata isolante acustica basso emissive si può ottenere un isolamento termico ottimale con valori di abbattimento acustico elevati.
Il livello di abbattimento acustico è misurato attraverso il valore Rw, espresso in decibel, che più è alto, maggiore è l’isolamento ottenuto, all’interno di questo, vanno poi considerati i valori C e Ctr, i quali considerano rispettivamente frequenze di rumore medio – alte e medio – basse, provenienti dall’ambiente esterno.
 

SICUREZZA

Il concetto di sicurezza è offerto dall’assemblaggio di una o più lastre di vetro, attraverso la stratifica delle stesse. Il vetro stratificato è ottenuto dall’assemblaggio di due o più lastre di vetro mediante una o più pellicole di PVB (polivinilbutirrale),il numero di PVB determina il livello di sicurezza associato al vetro, in materia di protezione delle persone e delle proprietà, protezione dalle effrazioni, fino ad arrivare ai pericoli da armi da fuoco e le esplosioni. È amplia la gamma dei vetri stratificati usati sia negli ambienti interni, che nell’edilizia, e posso avere diversi trattamenti, dal PVB colorato a quello acustico, oltre all’assemblaggio di lastre con coating basso emissivi, che in vetro camera permetto di raggiungere ottime prestazioni termiche ed acustiche. Il livello della sicurezza è determinato dalla classe di appartenenza secondo le norme UNI EN 356, UNI EN 1063, UNI EN 12600.

 

CONTROLLO SOLARE

Il concetto di sicurezza è offerto dall’assemblaggio di una o più lastre di vetro, attraverso la stratifica delle stesse. Il vetro stratificato è ottenuto dall’assemblaggio di due o più lastre di vetro mediante una o più pellicole di PVB (polivinilbutirrale),il numero di PVB determina il livello di sicurezza associato al vetro, in materia di protezione delle persone e delle proprietà, protezione dalle effrazioni, fino ad arrivare ai pericoli da armi da fuoco e le esplosioni. È amplia la gamma dei vetri stratificati usati sia negli ambienti interni, che nell’edilizia, e posso avere diversi trattamenti, dal PVB colorato a quello acustico, oltre all’assemblaggio di lastre con coating basso emissivi, che in vetro camera permetto di raggiungere ottime prestazioni termiche ed acustiche. Il livello della sicurezza è determinato dalla classe di appartenenza secondo le norme UNI EN 356, UNI EN 1063, UNI EN 12600
 

ISOLAMENTO TERMICO

la vetrata isolante, offre un notevole risparmio di energia, in grado di soddisfare le più moderne esigenze nel settore dell’edilizia e delle nuove normative in tema di impatto ambientale. Nel moderno vetro camera, una delle lastre di vetro impiegate è lavorata all’interno con dei rivestimenti metallici (coating), che rendono il vetro “basso emissivo”, i distanziatori possono essere di diverso tipo (alluminio o warm edge) e contenere all’interno dei gas nobili ; è poi realizzabile un vetro basso emissivo accoppiato con altre tipologie di vetro acustico, riflettente o altri, in grado così di soddisfare le molteplici richieste della società moderna.
La combinazione di tutti questi elementi, consente di ottenere valori di isolamento termico molto bassi, riducendo in modo considerevole la dispersione del calore all’interno delle stanze nel periodo invernale, e la minor trasmissione interna dello stesso nel periodo estivo, sia che si tratti di edifici nuovi o elementi in ristrutturazione, ottenendo diversi vantaggi come il risparmio sui costi del riscaldamento, maggiore comfort interno grazie alla minor presenza di zone fredde in corrispondenza di porte e finestre, senza alterare l’apporto di luce verso l’interno delle stanze o l’aspetto del vetro tradizionale. Il livello di isolamento termico è misurato tramite il valore Ug., che quanto più è basso, minori sono le dispersioni termiche. 
La nostra azienda vi offre un amplia gamma di vetro camera bassi emissivi che possono arrivare ad avere valori di isolamento termico pari a Ug. di 0,4 W/(m2k), attraverso vetrate con doppia camera. Inoltre, anziché il classico distanziatore in alluminio, c'è la possibilità di utilizzare quelli a bordo caldo (warm edge), realizzati tramite coestrusione di acciaio inossidabile e policarbonato. Questo tipo di profilo offre diversi vantaggi, ovvero previene la condensa sul vetrocamera e sulla finestra, conseguentemente i danni sul telaio causati dalla muffa, e riduzione nella perdita di calore, grazie alla loro ridotta trasmittanza termica, sono in grado di migliorare le proprietà di isolamento di qualsiasi serramento, arrivando a valori di PSI pari a 0,038 su serramenti in PVC con vetrata tripla.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies.

  Accetto i cookies da questo sito.